Le nostre radici

    LIBRETTO INFORMATIVO PER GLI OSPITI

    Turismo sostenibile non è solo una parola d'ordine, è uno stile di vita. In Table Rock, crediamo nell'aiutare l'ambiente, la nostra comunità locale e i viaggiatori emergenti nel nostro mondo di infinite avventure, sostenibilità e conservazione.

    La nostra storia inizia nel 1998, quando gli sposi Alan e Colleen sono andati in luna di miele in Belize con solo un 4×4 noleggiato, un'ascia e una mappa cartacea. Con poca distrazione, si innamorarono della vita nella giungla: la terra, la flora e la fauna e, forse, la maggior parte delle persone. Il Belize è diventato il luogo in cui sono tornati ancora e ancora.

    Dopo diversi anni, decisero di mettere radici nello stesso modo in cui iniziò la loro avventura in Belize, acquistando una fitta striscia di giungla e una fattoria abbandonata. Per il momento vivrebbero in una tenda senza acqua corrente, senza elettricità, solo una vaga idea di un agrumeto e il sogno di una vita sostenibile.

    Il primo sentiero a piedi è stato tagliato dal machete nel 2002 ed è nato il Table Rock Jungle Lodge. Il loro sogno di una vita sostenibile era sbocciato come una buganvillea in quella che sarebbe diventata una premiata riserva nella giungla di 105 acri con 10 capanne, cene da fattoria a tavola ed eco-avventure nel cuore della giungla del Belize.

    Table Rock ha lavorato per preservare il suo ambiente naturale utilizzando l'energia solare, mantenendo limitato il numero di camere per gli ospiti, impiegando abitanti dei villaggi locali e reintegrando una delle prime risorse naturali del Belize: l'albero di mogano. Tutta l'elettricità è prodotta in loco e la maggior parte dell'acqua per il lodge è fornita da pioggia purificata e acqua di fiume. Oltre a sperimentare il baldacchino della giungla, gli ospiti sono invitati a raccogliere frutti tropicali esotici e visitare gli asini, i conigli e le galline ovaiole nella fattoria biologica.

    L'amore di Table Rock per la popolazione locale si è esteso ai suoi ospiti dell'eco-lodge che visitano da tutto il mondo, portando con sé storie e idee e vivendo la giungla con un senso di meraviglia infantile e un apprezzamento in continua evoluzione del mondo naturale .

    Unisciti a noi per riscoprire te stesso e connetterti con la natura nella giungla del Belize.

      La nostra fattoria

      "Preferisco essere nella mia fattoria che imperatore del mondo".
      - GEORGE WASHINGTON

      Un tempo fattoria locale in cui i Belize avevano coltivato mais, fagioli e anguria, l'attuale fattoria di Table Rock è stata ricostruita dai proprietari dopo essere stata abbandonata per oltre un decennio. Ora un'azienda frutticola dedicata, il nostro raccolto principale sono le arance Valencia. Nella fattoria crescono anche diverse varietà di mango, cocco, avocado, lime, pompelmo, mandarino, albero del pane, sapodilla (chico sapote), carambola (carambola), craboo, soursop (guanábana), banane, platano, guava e chaya ( un verde locale prediletto dai Maya). In diversi periodi dell'anno coltiviamo anche una piccola selezione di erbe aromatiche fresche, e puoi visitare il nostro vivaio di fiori e piante dove coltiviamo le piante tropicali che vengono utilizzate per decorare e abbellire il lodge. La fattoria ospita una famiglia Kekchi Maya, Carlos e Margarita Ba e i loro figli, oltre a un piccolo branco di asini e conigli che alleviamo come animali domestici e un grande branco di galline ovaiole che ci forniscono le uova che utilizziamo in il nostro ristorante. Tutti i nostri animali da fattoria ricevono avanzi di cibo dalla cucina del lodge per integrare le loro diete e per aiutare nei nostri sforzi di riciclaggio e riduzione dei rifiuti.

      Ti incoraggiamo a fare una passeggiata intorno alla fattoria, visitare con la famiglia Ba, accarezzare e nutrire gli animali e servirti di uno qualsiasi dei nostri frutti tropicali: la nostra unica regola è che mangi quello che scegli.

      Villaggio Cristo Rey

      Situato su un'alta sponda sopra il fiume Macal e con una popolazione di meno di 1.000 abitanti, Cristo Rey è il villaggio più vicino a Table Rock e la casa della maggior parte del nostro personale e delle loro famiglie. I Belizeani che vivono a Cristo Rey sono quasi esclusivamente meticci (eredità ispano-mayana) e crescono parlando spagnolo in casa. L'inglese si impara poco dopo, quando la frequenza obbligatoria all'unica scuola del villaggio inizia all'età di quattro o cinque anni. La maggior parte degli abitanti del villaggio parla anche il kriol, un mix caraibico di inglese, spagnolo, maya e garifuna.

      Città di Sant'Ignazio

      San Ignacio, originariamente soprannominato dagli spagnoli El Cayo ("The Caye") per la sua posizione simile a un'isola tra i fiumi Macal e Mopan, è dal 1904 il centro culturale ed economico del distretto di Cayo nel Belize occidentale. A soli 5 miglia da Table Rock, San Ignacio, ospita l'unico ponte sospeso percorribile del Belize, The Hawksworh, che collega San Ignacio con Santa Elena. Denominate collettivamente le Città Gemelle